Questa iniziativa vuole applicare il principio della sovranità alimentare in Svizzera. Per questa ragione, l’iniziativa domanda alla Confederazione di favorire :   

  1. Un'agricoltura contadina diversificata, a scopo nutritivo, che risparmia le nostre risorse naturali, specialmente quelle del suolo, protegge i nostri semi e rinuncia agli OGM.
  2. Un'agricoltura che offre un avvenire alle generazioni future, assicurando tramite costi remunerativi dei redditi equi ai contadini e ai lavoratori agricoli e garantendo ai giovani l'accesso alla terra.  
  3. Un mercato trasparente ed equo, che sia al servizio dei contadini e dei consumatori ; privilegiando i circuiti corti (dell’insieme del sistema di produzione, trasformazione e consumo delle merci) alfine di promuovere la prossimità, la regionalizzazione della produzione e degli impieghi, riducendo al minimo i trasporti delle merci e migliorandone la tracciabilità.     
  4. Un commercio internazionale ugualmente più equo e meno destabilizzante per l’agricoltura contadina, utilizzando le frontiere nazionali come «regolazione» ; riconoscere il diritto alla protezione dei prezzi e introdurre un dovere di rinuncia ai sussidi per l’esportazione dei prodotti svizzeri.
  5. Un’agricoltura e un’alimentazione al servizio della popolazione, che dà al cittadino la facoltà di essere sovrano sulla politica agricola desiderata, nel rispetto delle sue aspettative e delle popolazioni di altre regioni e di altri paesi.